Blog: http://FlussiAcquatici.ilcannocchiale.it

E' un peccato...




...ed è strano sentirsi nei pensieri e sapere che ci sei.


Sei nel corpo a ritmo con un altro respiro, 

nella bocca, 

nella saliva, 

tra le labbra, 

assaporato in forme sconosciute.


Sotto un semaforo di notte, tra voci differenti che non somigliano alla tua.
 
Nei vestiti, 

nei bicchieri, 

nella pancia.


Sei nelle corde, nei silenzi, nelle domande, 

in un temporale che allaga tutta la città.


Ci sei al risveglio, quando ricordi cosa hai fatto la notte precedente, 

in posti che non hai mai visto, 

nella musica, 

in discorsi che non hai mai sentito.


E poi scivoli sul corpo, 

accarezzando odori sconosciuti e ti soffermi leggero, 

perchè sai che non è questo il tuo tempo.


Sai che ci sei.



Ma non ci sei ancora.

Pubblicato il 29/10/2012 alle 15.13 nella rubrica Esplorando.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web