.
Annunci online

FlussiAcquatici
Draghi, Tigri e Samurai
sentimenti
9 maggio 2008
Rispetto

 


Non so ancora quanto sarà lunga la mia vita,
nè se avrò dei figli e li vedrò correre
a perdifiato su dei prati immensi.
Non so se il Napoli vincerà un altro scudetto,
nè se continuerò sempre a sorridere,
a volte non so neanche che giorno è.

La maggior parte delle cose nel mondo
sono a me sconosciute ma il bello è proprio avere
la possibilità di capirle,
di vivere ogni cosa con la massima intensità,
assaporandone ogni sfumatura
e trovando il modo giusto di valorizzarle tutte;
un pò come i vini.
Nell'altra metà del mio essere però,
 so esattamente altrettante cose.
So che bisogna temere il fuoco
ma non attenuare mai quello interno,
so che a volte si farebbe meglio
a tacere ed ascoltare anche se non è facile,
so che l'orgoglio ci deve essere,
ma non quello distruttivo.
So che il rosso e il blu danno il viola
e che se fai le cose controvoglia
o quando sei nervoso,
non usciranno mai bene
se non cariche dell'energia distorta
che hai prodotto facendole.
So che ogni cosa può assumere
svariate tonalità
e che di inverno, quando piove,
se metti la gonna non tiresta
l'umido sulle gambe.
So tante altre cose
ma la più bella è che
so chi sono
e mai niente o nessuno
potrà togliermi questa consapevolezza.

Buon viaggio.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ...panta rei...

permalink | inviato da Shimkara il 9/5/2008 alle 1:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sentimenti
21 luglio 2007
Dentro



Dentro c'è una musica dolce
suonata su un divano bianco,
una stanza enorme piena di regali abbracci
e risate e sorrisi da oscar.

Dentro c'è calore,
sete
e un nodo
di lacrime e dolore.

Dentro c'è il sole,
quello di primavera,
e un'aria fresca che ti pizzica il naso...
e ci sono le mani.
Le mani più belle.

Dentro c'è un'altra stanza,
puoi trovarci la neve,
un tramonto
e un libro dalla copertina viola.
Sotto il libro una scatola piena
di pensieri condivisi
e legati da un nastro rosso.

Se giri a sinistra poi
su uno scivolo
c'è una bimba vestita da maschiaccio
che gioca e ride
e si diverte come non mai.
Lei ti guarda, sorride e saltella.

Dentro ci sono
draghi, tigri e samurai,
e tutti combattono
con onestà e rispetto.

Dentro c'è un guerriero che si interroga
con coraggio e intelligenza
e non è mai stanco.

Dentro ci sono tante cose...
e tante cose belle.
Ci sei tu
- ormai parte di me-
e ci sarai sempre.

...sempre stata libera.
Libera da sempre...




permalink | inviato da Shimkara il 21/7/2007 alle 14:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa
vita familiare
26 giugno 2007
Ricordi...




Mio nonno era un uomo dalla pelle scura e rugosa,
un marinaio, prigioniero in Africa e India per 5 anni nella seconda guerra mondiale.
Da piccola mi raccontava un mucchio di favole piene di principi,
animali fantastici e combattimenti.

Aveva 17 anni più di mia nonna.

Mia nonna era una donna energica, dagli occhi grigi,
gli occhi più belli che abbia mai visto,
e dal coraggio e dalla poesia ineguagliabili.

Lui scuro, bassino e lento,
lei chiara, alta e veloce.

Lui amava la tranquillità, stava spesso a casa,
lei adorava la compagnia, usciva sempre.

Mangiavano gli spaghetti con la forchetta e si aiutavano entrambi con il cucchiaio per
arrotolarli meglio.

Mia nonna era una cuoca perfetta,
mio nonno faceva bene il caffè.

Giocavamo insieme a carte.

Da piccola mi hanno insegnato un sacco di cose
poi,
col passare degli anni,
hanno iniziato a imparare da me.

Ricordo ancora i loro sguardi, i loro odori, i loro toni di voce.

Sono e saranno nel mio cuore e nei miei pensieri
SEMPRE…


 

letteratura
20 giugno 2007
Una roccia in mezzo al fiume
 





Ponete mente al moto dell'universo e fatene fonte di sapere perché solo dopo averne raggiunta una perfetta comprensione si diviene capaci di agire senza esitazioni. Poi, dopo aver agito con immediatezza, bisogna riflettere sull'azione compiuta. Costruite questa sequenza di comprensione/riflessione/azione/riflessione e farete costanti progressi.

Per chi pratica o desidera praticare un'arte marziale è importante farsi partecipe del moto dell'universo così che ogni più attento sguardo ne riveli un profondo segreto, ogni cosa ha una voce per chi voglia intenderne il linguaggio.

Osservate, per esempio, una roccia in mezzo ad un fiume. Guardate con quanta destrezza l'acqua fluisce intorno ad essa. Da questo apprendete a regolare i vari spostamenti e movimenti del vostro corpo. Montagne e fiumi, alberi ed ogni cosa sulla terra sono i vostri maestri.

Ci sono alcuni che non amano la religione, e questo accade perché non la capiscono o non la conoscono. Per quanto possiate non amare la religione, è per voi un vantaggio accettare quanto la religione può offrirvi ed assimilarlo nell'arte marziale che praticate.

Quando ascoltate sutre o sacre scritture fatelo con gratitudine. Adattate all'arte marziale i principi che trovate in esse, avendo sempre presente, nel cominciare i vostri studi, il moto e l'armonia delle cose nell'universo. Così, quando leggete sutre o sacre scritture o qualsiasi altra cosa, ponete tutta la vostra abilità nel cercare di assorbire quanto lo scrittore aveva da dire.

Non dovete mai trascurare niente.

Comprensione, riflessione, studio devono essere perseguiti costantemente.

Ricordo una strofa di un canto della religione cui sono stato convertito " In tutto il mondo, nello stesso tempo, fioriscono i fiori di susino ". Il fiore di susino ha cinque petali che fanno pensare ai cinque elementi terra, acqua, fuoco, vento ed aria. Dunque, anche questo piccolo fiore ci insegna qualcosa dell'armonia dell'universo.

Guardando tutte le cose con occhi consapevoli, senza trascurare nulla, tenendo sempre presente nella vostra mente il vario moto delle cose nell'universo, allora la vera essenza, l'anima dell'universo vi si rivelerà.

E' vero che il mondo fu fatto e completato nei Cieli, ma siamo noi che dobbiamo conservarlo. Solo osservando attentamente il moto dell'universo intorno a noi potremo scegliere la giusta via per poterlo custodire.


Morihei Ueshiba

DIARI
13 giugno 2007
Guaine

 


Un vero Samurai
non si espone
mai troppo,
è sempre
attento
e veglia sulla
propria
incolumità.

Un vero Samurai
non tradisce
se stesso,
segue la regola
e non da mai
le spalle.




permalink | inviato da Shimkara il 13/6/2007 alle 19:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
DIARI
13 giugno 2007
Nuove prove

 

Lei voleva solo sentirsi come tutti gli altri,
avere le stesse attenzioni e le stesse possibilità di imparare,
eppure al tempo stesso capiva che la sua potenza
derivava proprio da questo:
dall'essere privilegiata perchè non le erano concesse strade facili...
era dolce e amaro, acqua e sangue all'unisono,
era l'estasi all'inferno.
Ma conosceva anche il suo karma
e sapeva che un guerriero deve sempre lottare
e stare attento,
soprattutto quando è debole,
altrimenti perderebbe la sua essenza.
Così chiuse gli occhi e provò a sorridere
e le labbra si distesero più di quanto
potesse immaginare...




permalink | inviato da Shimkara il 13/6/2007 alle 19:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE